Martedì 17 novembre ore 10.30 Mammacaffè e DISGRAFIA

Lascia un commento

presso il Parco Giochi coperto Baby Oh! via Sciadonna (angolo Posta) parliamo di…DISGRAFIA

Grafia poco leggibile, quaderni disordinati, difficoltà a impugnare la penna, errori ortografici troppo frequenti.
Potrebbe non trattarsi di semplice distrazione ma di un vero e proprio disturbo genetico come la “disgrafia” o la “disortografia”.

Tali disordini emergono nella scuola primaria e, se non vengono riconosciuti e affrontati tempestivamente, possono perdurare per tutta l’esistenza dell’individuo rendendo difficoltosa la scrittura manuale nello studio, nel lavoro, nelle relazioni sociali.

La legge n. 170 del 2010 riconosce la disgrafia e la disortografia (disturbi della scrittura), oltre alla dislessia (disturbo della lettura) e alla discalculia (disturbo del calcolo), quali Disturbi Specifici di Apprendimento e prevede nella scuola l’adozione di misure dispensative e compensative per agevolare il bambino nelle attività didattiche.

Per saperne di più incontreremo la dott.ssa Emanuela Costantini, Rieducatrice della scrittura, Sociologa e Grafologa specializzata in scrittura e disegno in età evolutiva.

Vi aspettiamo!

 

Commenta l'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>